MANTENIAMO LE SANZIONI PENALI PER CHI VENDE CIBO ADULTERATO

  • Author:
    n/a
  • Send To:
    On. LIVIA TURCO (Ministero della Salute), Dott. ROMANO MARABELLI (Dipartimento per la sanitа pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti), Dott. SILVIO BORRELLO (Direzione generale della sicurezza degli alimenti e della nutrizione),
  • Sponsored By:
  • More Info at:

PER MANTENERE LE SANZIONI PENALI PER CHI VENDE CIBI ADULTERATI O INFETTI

Nella bozza del NUOVO CODICE DI SICUREZZA ALIMENTARE, ora all'esame della Conferenza Stato-Regioni, sono state ELIMINATE LE SANZIONI PENALI PER CHI VENDE CIBI ADULTERATI O INFETTI previste dalla legge 283/1962.

COSI' CHI VENDE SCIENTEMENTE COZZE INFETTATE DAL VIRUS DELL'EPATITE O DEL COLERA, VINO AL METANOLO, PESCI AL MERCURIO, ANIMALI ALLEVATI A ORMONI, CIBO MARCIO SPACCIATO PER FRESCO RISCHIERA' SOLO UNA MULTA A MENO CHE CHI CONSUMA TALE CIBO NON RIPORTI UNA GRAVE INTOSSICAZIONE O UN DECESSO.

Con questa petizione si richiede al Ministro della Salute on. LIVIA TURCO e ai presidenti delle Regioni e delle Province autonome di Trento e Bolzano di RIVEDERE la bozza del nuovo Codice di Sicurezza Alimentare MANTENENDO (o inasprendo) LE SANZIONI PENALI PER CHI VENDE CIBO ADULTERATO previste dalla legge 283/1962.

PERCHE' I CONSUMATORI VANNO TUTELATI NON SOLO A PAROLE

(Per saperne di piщ, cfr. http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2007/07_Luglio/16/Cibo_adulterato.shtml)